Centro Pastorale per la Cultura e la Scuola

Statuto della Curia Diocesana rinnovato secondo le indicazioni del Sinodo
Art. 21 Il Centro Pastorale per la cultura e la scuola
§1. Appartengono al Centro Pastorale per la cultura e la scuola:
I. L’Istituto Superiore di Scienze Religiose della Toscana “S. Caterina da Siena”
II. L’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso
III. L’Ufficio scuola diocesano
IV. Il Servizio diocesano del Progetto Culturale
V. Il Servizio diocesano per la promozione dell’arte sacra con artisti del territorio
VI. Il Servizio diocesano per la tutela e la valorizzazione degli Archivi, dei Musei e delle Biblioteche diocesani
§2. L’ISSRT “S. Caterina da Siena” è un’istituzione accademica interna alla Facoltà Teologica dell’Italia Centrale. L’Istituto ha come sede centrale Firenze ed è collegato al Polo accademico di Arezzo, Pisa e Siena. Obbiettivo dell’ISSRT è la ricerca e la formazione al sapere teologico e alle scienze religiose per confrontarsi con la cultura contemporanea. Il Polo aretino è altresì punto di riferimento per la crescita professionale degli insegnanti di religione. A tal fine esso coopera attivamente con l’Ufficio scuola diocesano nella formazione permanente degli insegnanti di religione cattolica. Allo stesso Istituto compete la formazione teologica dei candidati ai ministeri nella Chiesa particolare.
§3. L’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso ha il compito di coordinare e di promuovere iniziative ecumeniche diocesane, nonché incontri di riflessione e di preghiera, con particolare riferimento alla celebrazione della Settimana di Preghiera per l’unità dei cristiani e della Giornata dedicata al dialogo ebraicocristiano.
§4. L’Ufficio scuola diocesano ha il compito di coordinare e di promuovere le attività inerenti l’animazione cristiana dei docenti e degli studenti delle scuole statali e non statali, l’insegnamento della Religione Cattolica in tutte le scuole di ogni ordine e grado, l’organizzazione delle scuole cattoliche; l’Ufficio, altresì, cura il procedimento per la nomina degli insegnanti di Religione Cattolica e provvede alla loro formazione permanente.
§5. Il Servizio diocesano del Progetto Culturale ha il compito di cooperare con gli Uffici diocesani per sviluppare ogni ambito culturale dell’evangelizzazione nei diversi settori della vita della Chiesa; svolge un’azione di monitoraggio, di osservatorio, di coordinamento e di documentazione sulle iniziative volte a coniugare fede e cultura; organizza incontri di studio a carattere diocesano su temi di rilievo per il progetto culturale, valorizzando le risorse di persone e di strutture già presenti e operanti in Diocesi. §6. Il Servizio diocesano per la promozione dell’arte sacra con artisti ha il compito di favorire e coordinare iniziative che valorizzino le attività e le opere di artisti di arte sacra contemporanea.
§7. Il Servizio diocesano per la tutela e la valorizzazione degli Archivi, dei Musei e delle Biblioteche diocesani ha il compito di studiare e di favorire ogni iniziativa per la conservazione, la fruizione e la promozione del patrimonio archivistico, museale e bibliotecario della Diocesi e degli enti ecclesiastici sottomessi alla giurisdizione dell’Ordinario diocesano.

Direttore: Ferrari dom Matteo, O.S.B. Cam.