Cistercensi Monastero SS. Trinità

I santi Roberto, Alberico e Stefano, sono i primi tre abati che hanno dato inizio all’Ordine Cistercense, a Citeaux (Digione) in Francia, nel 1098, provenienti dalla tradizione benedettina del tempo (Cluny). Il motivo per cui hanno dato inizio a una nuova forma di vita monastica era il desiderio di vivere la Regola benedettina nella sua integralità. L’abate Stefano accolse Bernardo con trenta compagni e da qui prese impulso l’espansione dell’Ordine in tutta l’Europa. La vita monastica cistercense ha come unico significato la ricerca umile e perseverante di Dio, perciò le monache si dedicano al culto di Dio secondo la Regola di san Benedetto. Solitudine e vita fraterna, preghiera e lavoro manuale, sono valori complementari che si integrano nell’esistenza quotidiana. Lo scorrere del tempo trova ogni giorno il suo centro nella celebrazione Eucaristica, preparata e prolungata nella Liturgia delle ore; la lode corale si alterna con momenti di preghiera personale e con la lectio divina. Il monastero si trova a Cortona e le monache presenti nell’osservanza della Regola dedicano il loro tempo alla preghiera, al lavoro di casa, a un piccolo orto e alla lavorazione del legno realizzando piccole icone e croci. C’è pure la disponibilità di una foresteria per l’accoglienza in autogestione, aperta a singoli, famiglie e gruppi. Gli ospiti che lo desiderano possono partecipare alla liturgia monastica. Le principiali feste sono: la Solennità della SS. Trinità; il 26 gennaio, i fondatori Roberto, Alberigo e Stefano; l’11 luglio, San Benedetto e il 20 agosto, San Bernardo.

 

Monastero SS. Trinità: via S. Niccolò, 2 – 52044 Cortona (Ar)